Ultima modifica: 2 Dicembre 2019

Trasloco plesso G. Prandi di Cambiago

Ai Docenti

Al Personale Ata

Scuola Infanzia Cambiago

 

p.c. Comune Cambiago

 

 

 

OGGETTO: Trasloco plesso G. Prandi di Cambiago

 

A seguito della chiusura e del prossimo trasloco del servizio di scuola dell’infanzia in due diverse sedi in via di definizione, la direzione comunica quanto segue:

  • L’attribuzione delle sezioni alle sedi, di esclusiva competenza del DS, avverrà secondo criteri di efficienza ed efficacia del servizio, tenendo conto del numero degli alunni, della specificità del gruppo classe e della funzionale distribuzione del personale docente e ATA;
  • Tutto il materiale didattico sarà preparato a cura delle docenti, in modo da poter essere trasferito e ricollocato appena gli arredi saranno spostati dal Comune;
  • Nella ricollocazione degli arredi e dei giochi, nei limiti del possibile, sempre in collaborazione con le docenti, si cercherà di ricostruire un ambiente simile a quello in cui i bambini hanno vissuto finora, in modo da garantire ai piccoli una familiarità tale da rendere più semplice l’adattamento ai nuovi spazi;
  • Una volta avvenuto il trasloco si procederà, quale misura assolutamente preventiva, a disinfettare gli oggetti ed in particolare le brandine;
  • I corredi dei bambini sono stati accuratamente preparati dalle maestre e POTRANNO ESSERE RITIRATI DAI GENITORI MARTEDÌ E MERCOLEDÌ DALLE ORE 8.00 ALLE ORE 9.00, AFFINCHÉ POSSANO ESSERE LAVATI ED IGIENIZZATI.

Inoltre, in merito alla richiesta del gruppo “Genitori Cambiago avanti tutta” di un incontro aperto a tutti da realizzarsi entro una settimana dall’avvenuto trasloco, la DS chiarisce che la gestione del servizio e delle relative criticità e di competenza della dirigenza e che suddette criticità saranno sempre affrontate con la dovuta serietà e scrupolosità. La collaborazione con i genitori è un aspetto fondamentale nella creazione di una vera comunità educante, ma non deve rischiare di diventare motivo di rallentamento dell’azione dirigenziale.  Tutte le decisioni saranno condivise e comunicate nei modi e nei tempi dovuti, in un’ottica di totale trasparenza e chiarezza degli intenti. Se si dovesse ritenere necessario si procederà anche alla predisposizione di un incontro aperto all’utenza.

In una situazione di parziale emergenza come quella attuale, che si protrarrà probabilmente sino al termine delle attività didattiche, molte saranno le criticità che di volta in volta verranno a crearsi e si opererà sempre nella risoluzione delle stesse.

 

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Ciccarelli Regina